Brethren of the Coast – Recensione Anteprima

0
152

Oggi recensiamo un gioco fornitoci dalla Uplay Edizioni in anteprima e che potrete trovare nello store online di Uplay a partire da Agosto 2016. Il gioco in questione è Brethren of the Coast , gioco ispirato alla celebre coalizione di pirati che, nel  XVII – XVIII secolo, solcava l’oceano atlantico, il golfo del Messico e il Mar dei Caraibi, più comunemente noti come bucanieri.

Il gioco è di Brett J. Gilbert, da 3 a 6 giocatori per una durata stimata tra i 30 e i 60 minuti, consigliato dai 10 anni in su. U gioco molto semplice da imparare, alla portata di qualsiasi tipo di giocatore.

La scatola del gioco è interamente realizzata in latta interamente decorata, inoltre la parte superiore riporta molti degli elementi in rilievo che le danno un aspetto ancora più accattivante.

I componenti

All’interno della confezione troveremo:

  • Una carta Port Royal
  • 6 Carte spagnoli
  • 18 Dobloni
  • 72 Navi in legno divise in 3 galeoni grandi e 9 piccole golette per ognuno dei 6 colori
  • Mazzo di 72 Carte

Componenti_Brethren_of_the_coast

Preparazione

La preparazione del gioco è molto semplice e richiede pochi minuti. Bisogna piazzare la carta Port Royal al centro del tavolo e disporre le carte Spagnoli (lato galeone) attorno ad essa, con i numeri verso di essa, posizionando la prima verso il Nord e poi disponendole tutte intorno in maniera simmetrica; bisognerà usare un numero di carte Spagnoli uguale a quello dei giocatori, per semplicità tutte le configurazioni iniziali sono riportate nel manuale.

Un’altra operazione da fare sarà formare il mazzo di pesca comune a tutti i giocatori, che dovrà essere formato sempre in base al numero di giocatori; per facilitare questa operazione sono stati inseriti dei simboli aggiuntivi su alcune carte che permetteranno si comporre il mazzo con il giusto numero di carte in maniera semplice e veloce.

A questo punto ogni giocatore dovrà prendere tutte le navi del colore scelto (3 Galeoni e 9 Golette), 3 dobloni e pescare 4 carte iniziali. A questo punto siamo pronti per partire.

GamePlay_Brethren_of_the_coast_1

Regole del Gioco

Il gioco si svolgerà a turni in cui il giocatore di turno effettuerà le sue azioni passando poi la mano al giocatore successivo in senso orario. Il giocatore attivo dovrà effettuare le seguenti azioni:

  1. Giocare una nave: quindi prendere una nave della propria riserva e metterla in una delle carte Spagnoli. Se ha già altre navi sulla carta Spagnoli scelta dovrà mettere la nave a fianco alle altre ingrandendo la sua flotta. Si deve sempre piazzare una nave nuova e non si possono spostare le navi già piazzate (se non per riordinare le flotte in base alla loro forza).
  2. Giocare una carta: il giocatore deve giocare una delle sue carte su una carta Spagnoli diversa da quella in cui ha piazzato la nave. Può decidere di piazzare la carta scoperta gratuitamente oppure coperta mettendo uno dei suoi dobloni nella carta Port Royal.
  3. Pescare una carta.

Lo scopo del gioco è quello di ottenere più dobloni degli altri, ottenendo le carte doblone e forziere che si troveranno piazzate sulle carte Spagnoli. Per ottenere queste carte si deve cercare di formare delle flotte più forti di quelle degli avversari davanti la carta di cui si vuole conquistare il bottino.

Le flotte vengono ordinate in base alla loro forza che è determinata dal numero di vele della flotta; i galeoni hanno tre vele mentre le golette due. Ogni volta che viene aggiunta una nave ad una carta Spagnoli le flotte dovranno essere riordinate in base alla loro forza, in caso di parità rimarrà primo chi è arrivato per primo su quella carta.

In diversi punti del gioco nelle varie carte Spagnoli arriverà il momento della resa dei conti, in quel momento avverrà lo scontro tra le flotte dei bucanieri per accaparrarsi il bottino della nave spagnola. Per risolvere il conflitto dovrete effettuare i seguenti passi:

  1. Se è presente una sola carta cannone la flotta più forte (posizione 1) viene ridotta alla sua nave più piccola, dopodiché vengono riordinate le flotte in base alla forza e in questo caso la flotta colpita dai cannoni perde i pareggi. Se ci sono duo o più cannoni non succede nulla.
  2. Se è presente una sola carta moschetto la flotta più debole (ultima posizione non per forza la 3°) perde la sua nave più piccola anche se è l’unica nave. Se ci sono più moschetti non succede nulla.

Una volta terminati gli scontri la classifica finale sarà definitiva e dovranno essere assegnate le carte restanti. Prima vengono assegnate le carte doblone con il numero di posizione, queste vanno di diritto al giocatore la cui flotta si trova nella posizione specificata dalla carta, poi il resto del bottino (carte doblone e forzieri) viene diviso seguendo la classifica una carta a testa in maniera circolare finché non sono finite tutte le carte.

Dopo uno scontro tutte le navi vengono rimosse dal gioco, lo stesso vale per le carte cannone e moscetto. Le carte ottenute come bottino sono pubbliche e appartengono al giocatore che le ha vinte che però non potrà usarle per giocare carte coperte.

La resa dei conti avviene quando in una carta galeone viene posizionata la sesta carta, queste dopo gli scontri vengono girate dal lato insediamenti, in questo caso gli scontri si risolvono allo stesso modo ma solo quando tutte le carte e tutte le navi sono state piazzate.

Una volta risolti tutti i conflitti finali e presi tutti i bottini il giocatore con più forzieri prende la carta Port Royal (vale 4 dobloni) e metà del bottino presente su di essa, mentre l’altra metà viene preso dal secondo giocatore con più forzieri.

Vince il gioco chi avrà ottenuto il maggior numero di dobloni contando sia i dobloni delle carte bottino sia quelli a gettone.

Opinioni 

Ho effettuato diverse partite con un numero variabile di giocatori e devo dire che il gioco è davvero semplice, si spiega facilmente e si adatta a qualsiasi tipo di giocatore. La meccanica di base è molto facile però non è banale riuscire a posizionarsi nella posizione desiderata per via dei riordini provocati dalle altre navi e dalle carte cannone e moschetti. Quindi, nonostante la semplicità, dovrete ragionarci un po’ e se siete competitivi al tavolo non mancheranno i litigi per aver favorito l’uno o l’altro giocatore.

Io lo consiglierei molto a giocatori alle prime armi, o che non amano i giochi troppo complessi che durano ore. Inoltre è un ottimo giochino “filler” per quei giocatori che amano invece i giochi lunghi e complessi. La confezione e i materiali sono ben fatti e il gioco fa la sua bella figura in libreria.

Come ho anticipato all’inizio il gioco è un anteprima gentilmente fornitaci da Uplay Edizioni, che ringrazio, e lo potrete acquistare dal sito Uplay.it a partire da Agosto.

Oltre alla recensione vi invito a guardare il video e a lasciare nei commenti le vostre opinioni e impressioni.

Articolo cercato su Google per queste frasi:

NO COMMENTS