Comandi Linux

Ho provato sulla mia pelle quanto sia difficile iniziare ad utilizzare una distro Linux venendo dal mondo Windows dove tutto è bello e pronto da utilizzare, per questo mi è venuto in mente di racchiudere in una piccola lista tutti i comandi Linux che un Utente dovrebbe sapere. L’idea mi è venuta vedendo la pagina di un blog che seguo chimerarevo.com, ovviamente i comandi non sono tutti, però sono quelli che un utente dovrebbe sempre saper usare come linux user. Se avete qualche altro comando che mi sono dimenticato e che riteniate utile per gli utenti vi invito a segnalarmelo tramite il modulo di contatti dedicato a comunicare con noi del team di Pa007World.

File e Directory :

  • cd: cambia la directory corrente.
  • ls: mostra il contenuto di una directory ( simile al dir di Windows ).
  • cp: copia file e/o directory.
  • mv: muove o rinomina un file o una directory.
  • rm: cancella file e directory.
  • mkdir: crea una directory.
  • ln: crea link a file e directory.
  • pwd: mostra la directory corrente.
  • chmod: modifica i permessi di accesso di un file.
  • chown: cambia il proprietario di un file.
  • cat: mostra il contenuto di un file.
  • find: cerca un file tra le directory.
  • vi: richiama un editor di testo,vi appunto.
  • tail: restituisce l’output delll’ultima parte di un file.
  • head: estituisce l’output della prima parte di un file.
  • locate/slocate: permette la ricerca di un file.
  • updatedb: aggiorna/crea il database per permettere la ricerca con locate/slocate.
  • import: permette di catturare lo schermo intero, una singola finestra e lo salva in un file immagine, insomma, salva tutto ciò che è visibile sul server X e lo salva in un file immagine.
  • startx: avvia l’ambiente grafico (X Window System).
  • date: mostra la data.
  • gzip: comprime e decomprime file .gz.
  • tar: crea backup di file (file .tar).
  • more: separa l’output in piu’ pagine (anche less).
  • reset: resetta il terminale alle impostazioni iniziali.
  • lynx: browser web solo testo.
  • zip: comprime i file .zip.
  • unzip: decomprime i file .zip.
  • tree: serve ad esplorare in maniera grafica “ad albero” una directory.
  • pstree: dipendenza dei processi ad albero.
  • at: permette di eseguire un comando specificato ad una certa ora(man at per +info).

Sistema :

  • halt: chiude il sistema.
  • reboot: riavvia il sistema.
  • hostname: mostra e cambia il nome dell’host.

Filesystem, processi e memoria :

  • df: mostra lo spazio libero sul disco fisso.
  • free: mostra lo stato della memoria.
  • mount: monta un filesystem.
  • umount: disattiva un filesystem.
  • ps: visualizza l’elenco dei processi correnti.
  • kill: invia un messaggio (TERM di default) ad un processo. Utile per killare i processi.
  • history: visualizza la cronologia di tutti i comandi utilizzati
  • top: visualizza lo stato dei tasks (che potremmo generalizzare come “processi”) all’interno del sistema. Con i dovuti parametri può restituire in output informazioni molto dettagliate.

Ottenere ulteriori informazioni :

  • man: mostra le pagine della guida sul comando che lo segue.
  • info: sistema di consultazione dei manuali tramite ipertesti.
  • help: richiama l’help per i comandi builtin della shell.

Variabili di ambiente predefinite:

  • $HOME pathname della home directory
  • $PATH lista dei direttori dove la shell, dopo l’inserimento di un comando, cerca il programma da eseguire
  • $MAIL pathname della mailbox dell’utente
  • $USER user-id dell’utente
  • $SHELL pathname della shell di login
  • $TERM tipo del terminale corrente

Consigliati da voi:

  • whatis stringa: cerca nel database whatis il comando ’stringa’.
  • apropos stringa: cerca nel database whatis i comandi contenenti ’stringa’
  • whereis stringa: Fornisce nell’ordine il percorso relativo a tutti gli eseguibili di un comando (nel caso ce ne fossero installate più versioni);
    •    al suo sorgente
    •    alla sua pagina man
  • whichstringa: Fornisce il percorso relativo all’eseguibile che viene effettivamente avviato (utile se ci sono più versioni installate e non sappiamo quale venga eseguita).
  • netstat: controlla lo stato della rete, del routing e delle periferiche di rete in generale. Può visualizzare inoltre lo stato delle porte di sistema con informazioni dettagliate, come ad esempio quali demoni le utilizzano. D’obbligo leggere la pagina di manuale (man netstat) per dare un occhio ai parametri.
  • less <input>: abbastanza simile a more, separa in pagine il contenuto del file/stringa dato in input. La differenza con more è che permette la navigazione all’interno dell’output (si nota immediatamente perchè è possibile andare sia avanti che indietro), e supporta la maggior parte di comandi di vi (less è una sorta di “vi” in sola lettura).

Articolo cercato su Google per queste frasi: