Google I/O Extended 2016: Android N

1
99

AndroidN

Uno degli argomenti caldi del Google Exteded I/O 2016 non poteva che essere Android N, a parlarne è stato Dave Burke, vice presidente Engineering. Gran parte del Keynote è stato infatti dedicato alla nuova versione di Android a tutte le sue funzionalità e anche al problema della decisione del nome.

Partiamo proprio con la scelta del nome, molti si aspettavano che all’IO google avrebbe rilevato il nome della nuova release ma in questo caso non è stato così, ma c’è di più Google ha deciso che vuole suggerimenti da noi utenti per poter scegliere il nome di Andoird N, ed ha infatti messo online un’apposita pagina in cui sarà possibile esprimere la vostra preferenza: www.android.com/n.

Per quanto riguarda le novità riguardanti la nuova Android N il focus è stato posto su tre punti fondamentali:

  • Performance
  • Security
  • Productivity

Per quanto riguarda le performance Google si è concentrata su due particolare aree grafica runtime; per quanto riguarda la grafica è stato esteso lo standard openGL per raggiungere prestazioni grafiche migliori. Sempre per quanto riguarda la grafica è stata introdotto Vulkan una moderna API 3D che permette di controllare e sviluppare direttamente per la GPU.

Grazie a Vulkan sarà possibile ottimizzare l’overhead della GPU ottenendo ottime prestazione nonostante l’aumento dei FPS, che permetto di ottenere giochi sempre più realistici a parità di prestazioni.

Molto impegno è stato posto anche nel miglioramento dell’Android Runtime a partire dall’ottimizzazione del JIT compiler in vari aspetti; grazie alle migliorie si otterrà un installazione più veloce del 75% oltre ad una diminuzione delle dimensioni del codice di circa il 50%.

Passiamo adesso all’area della security, è stato sottolineato come ci sono diversi livelli e strumenti di sicurezza utilizzati, come selinux, verified boot ecc. Oltre questo in Android N saranno presenti:

  • File-based encryption
  • Media Framework
  • Seamless updates

Sarà sempre miglioratà la sicurezza sul PlayStore, infatti ogni applicazione verrà scansionata e analizzata in modo da capire se rispetta gli standard di sicurezza richiesti.

Per quanto riguarda l’area della produttività ci saranno diverse novità sul nuovo Android N in cui sarà presente il multi-window in due diverse modalità:

  • SPLIT SCREEN MODE:  si potrà dividere lo schermo in due metà con due applicazioni diverse in esecuzione;
  • PICTURE in PICTURE MODE. in cui sarà possibile avere una finestrella dentro la finestra principale con una diversa applicazione come succede già adesso con l’applicazione di Youtube.

Altra novità per la produttività riguarda le notifiche che permetteranno la risposta direttamente dalle notifiche; inoltre saranno aggiunti nuovi tasti rapidi più usati nella barra sempre visibili.

Inoltre su Android N sarà introdotto il supporto alle Instant Apps, in pratica sarà possibile eseguire le applicazioni senza dover effettuare l’installazione, raggiungendole magari con un link tramite il browser, a quel punto l’applicazione verrà eseguita anche se non installata sul sistema, successivamente l’utente potrà anche decidere di effettuare un installazione vera e propria.

Ultima news riguarda le emoji, infatti Android N sarà il primo sistema ad usare le emoji Unicode 9, inoltre sono state realizzate nuove emoji che rappresentano i ruoli professioni più comuni.

Diciamo che per quanto riguarda Android N sono state proposte tante novità e che non ci resta che aspettare questa estate in cui dovrebbe essere rilasciata la nuova release completa.