Google I/O Extended 2016: Google Allo

1
132

GoogleAllo

Continuano le novità presentate al Google Extended I/O 2016, con la nuova applicazione di messaggistica istantanea Google Allo, presentata da Erik Kay, Director Enginnering.

Questa nuova applicazione non è un estensione o una sostituzione ad hangouts ma sarà una vera e propria applicazione indipendente che include in se tante nuove funzionalità per cercare di spodestare le altre applicazioni che già dominano il mercato.

L’idea è quella di un interfaccia molto snella e pulita che fornisca tutte le caratteristiche base che ormai tutti riteniamo scontate in un applicazione di questo genere, aggiungendo però diverse funzionalità molto interessanti.

Google Allo integra al suo interno tutta la potenza e l’intelligente del Google Assistant che permetterà di ottenere tante facilitazioni utilizzabili direttamente dall’interno di una finestra di chat.

Sarà possibile ottenere suggerimenti di risposta ai messaggi ricevuti, calcolati in basi alle proprie abitudini e allo specifico messaggio ricevuto, fornendo sempre almeno due alternative. Inoltre i suggerimenti saranno possibili anche alla ricezione di un immagini, che sarà elaborata in modo da fornire dei suggerimenti di risposta sensata.

Sarà anche possibile inserire immagini, modificandole semplicemente utilizzando qualche swipe sopra l’immagine stessa.

Altra interessante funzionalità permetterà dall’interno della chat stessa di interagire con l’intelligenza di google in modo da cercare magari un posto, aggiungere un evento o effettuare qualche ricerca specifica il tutto senza uscire dalla chat ma chiedendo e ricevendo una risposta da “google”.

Sarà pure possibile chiedere sempre dentro la chat a google di avviare qualche gioco, e in automatico avremo proposto un gioco che potremo iniziare sempre interagendo tramite la chat (es. indovina il film con le emoji).

Altra funzionalità inserita è la possibilità di modificare la grandezza del messaggio inviato, tramite un semplice slider che appare sul tasto d’invito.

Diciamo che con tutte queste funzionalità Google vuole cercare di entrare nel mondo della messaggistica recuperando terreno su Facebook, anche se sarà molto difficile; l’applicazione dovrebbe essere rilasciata questa estate.